Una Clip prima del Trapianto di Cuore

Lo studio MitraBridge: la settimana scorsa il nostro gruppo di ricerca del San Raffaele ha pubblicato sulla prestigiosa rivista The Journal of Heart and Lung Transplantation, i risultati di un registro internazionale che dimostra per la prima volta come il trattamento percutaneo transcatetere dell’insufficienza mitralica severe, mediante sistema MitraClip,  risulta essere sicuro ed efficace nei pazienti giovani potenzialmente candidabili a trapianto cardiaco.

 

In questo registro multicentrico (17 centri tra Europa e Canada), 119 pazienti (età media 58 aa) con insufficienza cardiaca avanzata (end-stage) e concomitante insufficienza mitralica severa,  in attesa di valutazione pre-trapianto cardiaco, sono stati trattati con MitraClip  come “ponte” (bridge) al trapianto per la stabilizzazione del loro quadro clinico.  

Ad 1 anno di distanza, il 15.5% dei pazienti è stato sottoposto elettivamente a trapianto cardiaco, un altro 15% è rimasto stabile ed in lista per trapianto, mentre il 23.5% ha mostrato un significativo miglioramento clinico tale da rendere differibile il trapianto cardiaco in quel momento. 

 

Questi dati preliminari e “proof of concept” aprono nuovi scenari di trattamento per una categoria così particolare ed ad alto rischio di mortalità come i pazienti giovani con insufficienza cardiaca avanzata/end-stage.

 

Lo studio è stato presentato al meeting internazionale di cardiologia interventistica di New York (TCT-2020) ed ha avuto risalto sui più importanti siti scientifici di settore americani:

 

 

 

 

E’ questo un messaggio clinico molto importante per tutti i pazienti cardiologici più giovani con grave insufficienza cardiaca che sono in valutazione oppure in attesa di trapianto di cuore. 

L’ospedale San Raffaele di Milano, coordinatore dello studio, è sempre in prima linea sulla ricerca di “frontiera”  e pronto ad offrire nuovi orizzonti di trattamento in ambito cardiologico.